Giovedì 25 novembre si è tenuta a Milano la conferenza stampa “CAR-T Destinazione futuro”. Si è trattato della prima tappa di una campagna itinerante e online promossa da AIL – Associazione Italiana contro Leucemie, linfomi e mieloma  per offrire percorsi informativi a pazienti ematologici e familiari e favorire il confronto tra pazienti, specialisti e Istituzioni. La campagna proseguirà nel 2022 facendo tappa nei capoluoghi di regioni che ospitano i Centri abilitati alle terapie CAR-T.

La Lombardia, potendo contare su sette centri autorizzati alla somministrazione (il dato più alto tra tutte le regioni), si pone all’avanguardia sul fronte delle CAR-T, le cure che ingegnerizzano i linfociti T per aiutarli a combattere i tumori e che rappresentano la grande speranza nel trattamento delle malattie oncologiche e oncoematologiche. Le CAR-T sono una speranza sempre più concreta per quei malati che non rispondono alle terapie convenzionali, ma sollevano anche interrogativi su aspetti quali sicurezza, organizzazione, costi, modalità di accesso. Quali sono gli effettivi benefici delle CAR-T? Quali forme di tumore possono curare? Quali sono i pazienti che possono beneficiarne? Dove vengono somministrate? Come vengono gestiti gli effetti collaterali? E come renderle sostenibili per il Servizio Sanitario, alla luce dei loro costi?

Tutti quesiti che sono stati approfonditi dai relatori Sergio Amadori (Presidente Nazionale AIL), Paolo Corradini (Direttore Divisione di Ematologia, Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, Cattedra di Ematologia, Università degli Studi di Milano e Presidente Società Italiana di Ematologia)  Fabio Ciceri (Professore Ordinario di Ematologia Università Vita-Salute San Raffaele, Direttore U.O. Ematologia e Trapianto di Midollo Osseo, IRCCS Ospedale San Raffaele), Andrea Biondi (Professore di Pediatria, Università degli Studi Milano Bicocca, Direttore Clinica Pediatrica Fondazione MBBM, Ospedale San Gerardo di Monza, European Reference Network (ERN) PaedCan, EuroBloodNet, MetabERN), Eleonora Criscuolo (Responsabile Ambulatorio di Supporto Psicologico AIL Milano) e Matilde Cani (Responsabile Progetti Istituzionali AIL Milano).

Per informazioni sulle prossime tappe vi invitiamo a consultare il sito di AIL Nazionale.

Pin It on Pinterest