Lo scorso 7 maggio all’Istituto dei Tumori di Milano è stata una giornata particolare.

Nel grande atrio dell’ospedale una quindicina di dipendenti della multinazionale farmaceutica Novartis, hanno allestito i banchetti per la distribuzione dei ricettari realizzati dai pazienti del reparto di onco-ematologia.

L’iniziativa rientrava nel progetto “Community  Day”, che da alcuni anni invita le grandi compagnie a dedicare una giornata alla solidarietà per sottolineare, in modo simbolico ma anche pratico, che le aziende sono parte integrante della società: ne condividono i problemi e sono intenzionate a svolgere un ruolo attivo nell’affrontarli e risolverli.

“Per la nostra azienda – ha dichiarato Angela Bianchi, responsabile della Comunicazione di Gruppo in Novartis Italia – l’impegno contro la leucemia ha un significato preciso. Siamo orgogliosi del ruolo che la nostra ricerca ha svolto e continua a svolgere per cercare di modificare il decorso e l’esito di questa malattia. Proprio in virtù dei successi ottenuti, siamo ben consapevoli che si possa andare oltre. Novartis intende contribuire al raggiungimento di nuovi traguardi su questo fronte ed è consapevole che l’obiettivo sia possibile solo in stretta collaborazione con i pazienti; in altre parole, mettendo le loro esigenze – terapeutiche e relazionali– realmente al centro del nostro orizzonte operativo, culturale e ideale. È questo il senso della nostra vicinanza ad AIL ed è questo che abbiamo voluto testimoniare nella giornata del 7 maggio scorso. Un aiuto alla vostra attività, certamente, ma ancor di più un pieno coinvolgimento nel vostro impegno.”

Per i collaboratori di Novartis si è trattato di un’esperienza molto emozionante di consapevolezza e partecipazione. Una grande opportunità per conoscere e capire le realtà che ci circondano e, soprattutto, per comprendere il senso profondo del lavoro che in azienda viene fatto ogni giorno.

“Ed è proprio quello che è successo con AIL Milano – continua Angela Bianchi  – perché interagire e darsi da fare con i pazienti e con le associazioni che li rappresentano, quindi conoscere e condividere il loro lavoro e impegno, significa fare un salto di  qualità nella  consapevolezza dei nostri compiti e obiettivi”.

«L’impegno contro la leucemia ha un significato preciso: siamo orgogliosi del ruolo che la nostra ricerca ha svolto e continua a svolgere per cercare di modificare il decorso e l’esito di questa malattia. Proprio in virtù dei successi ottenuti, siamo ben consapevoli che si possa andare oltre».

Angela Bianchi
Responsabile della Comunicazione di Gruppo in Novartis Italia

Pin It on Pinterest