UN ASCOLTO PER CHI È IN CURA

È nato l’Ambulatorio di AIL Milano per il sostegno psicologico dedicato alle persone affette da tumori oncoematologici e ai loro familiari.

Un servizio indispensabile e offerto a TITOLO GRATUITO, che si propone di creare i presupposti per la sostenibilità delle malattie onco-ematologiche.

L’Ambulatorio nasce all’interno dal progetto AIL Accoglie e integra e arricchisce i servizi già offerti da AIL Milano.

Nasce, tra l’altro, in un momento di grande incertezza, segnato dalla pandemia, in cui i pazienti con tumori del sangue – a causa della loro immunodepressione – rischiano, più di  chiunque altro, il contagio da Covid-19.

Il trauma di una diagnosi oncologica, la paura e l’isolamento al quale i pazienti sono sottoposti, hanno fatto nascere, in modo ancora più urgente, il bisogno di essere supportati dal punto di vista psicologico.

La nostra riposta a questa necessità è il nuovo Ambulatorio per il sostegno psicologico ai pazienti e ai loro familiari.

Cosa accade quando si riceve una diagnosi oncoematologica?

È senza dubbio uno tra gli eventi più stressanti che alcune persone affrontano nel corso della loro vita. Impatta sul senso d’identità, sui progetti di vita, sulla capacità di adattarsi ad una nuova quotidianità, scandita dalla consapevolezza della malattia e dal percorso terapeutico.

 

Cosa accade nella famiglia quando una persona si ammala?

Cambiano i ritmi e i vissuti nella vita di tutti i giorni, di tutta la famiglia. I cambiamenti coinvolgono gli equilibri psicologici ma anche gli aspetti organizzativi, relazionali e sociali.

Perché rivolgersi all’Ambulatorio?

La malattia oncoematologica ha un forte impatto fisico, psicologico, relazionale e familiare, in tutte le fasi che la caratterizza. Può succedere che ci si senta angosciati, arrabbiati, preoccupati, tristi.

Con il supporto psicologico la persona e/o i familiari vengono aiutati a potenziare le loro risorse psicologiche, sviluppare nuove strategie per fronteggiare il percorso terapeutico ed integrare l’esperienza di malattia nel percorso esistenziale.

Come si può accedere all’Ambulatorio?

L’Ambulatorio di AIL Milano prevede l’erogazione di colloqui psicologici clinici in presenza o via web, sia per i pazienti che per i familiari.

Si tratta di un Ambulatorio in regime di SSN a cui si accede con impegnativa del medico di base o dello specialista. I familiari accedono all’Ambulatorio AIL senza impegnativa.

La richiesta di appuntamento deve pervenire ad AIL Milano, telefonando in sede allo  02 76015897 o scrivendo a info@ailmilano.it

Effetti della diagnosi e del percorso terapeutico sul paziente

  • alterazione della percezione di se stessi

  • incertezza sulla quotidianità e sui progetti di vita

  • difficoltà nella gestione del percorso terapeutico

  • cambiamento di stile di vita

  • aumento di ansia e insicurezza

  • mancanza di fiducia nel futuro

Gli obiettivi dell’Ambulatorio per il sostegno psicologico

  • potenziare le risorse psicologiche ed emotive del paziente
  • sviluppare modalità comportamentali più funzionali e positive
  • integrare la malattia nell’esperienza di vita
  • stabilire una comunicazione aperta con medici e paramedici
  • insegnare tecniche di rilassamento
  • acquisire strategie per il futuro

Approfondimenti

Aver cura delle proprie cicatrici

La diagnosi di tumore rappresenta l’inizio di un percorso che coinvolge principalmente il corpo che, sottoposto a cure e interventi spesso invasivi, si modifica nel tempo.Rimangono dei segni, come le cicatrici, che rievocano momenti di dolore e di difficoltà e...

Tumore come turning point esistenziale

La diagnosi di tumore e il corrispettivo percorso di cura che ne segue può rappresentare un momento digrande cambiamento esistenziale e può far emergere dei significati prima ad ora sconosciuti. La malattia siimpone alla vita e il confronto con il proprio dolore apre...

Pin It on Pinterest